Barzellette sul Natale e Battute Natalizie

Tante barzellette sul Natale, colmi, freddure e battute natalizie da condividere con amici e parenti, oppure da inviare via sms, whatsapp o da mettere sui propri canali social su internet.

Babbo Natale che Sorride

Sullo stesso argomento: frasi di auguri di Natale.

Alcuni giorni prima di Natale. Nell’Ufficio Postale di un paesino gli impiegati trovano nella cassetta una lettera con su la scritta “Per Babbo Natale”. Non sapendo dove mandarla la aprono e leggono: “Caro Babbo Natale, sono un bambino di sette anni, mi chiamo Marco e vorrei chiederti un regalo. La mia famiglia è poverissima, perciò non ti chiedo giocattoli, ma che mandi al mio indirizzo mille euro, così anche noi possiamo festeggiare il Natale con gioia.” Gli impiegati della posta, commossi e impietositi, fanno una colletta e, raggiunta la cifra di cinquecento euro, spediscono le banconote all’indirizzo del povero bambino. L’anno successivo, nello stesso periodo, nello stesso Ufficio Postale, gli impiegati trovano un’altra busta “Per Babbo Natale”. La aprono e leggono: “Caro Babbo Natale, sono Marco, il bambino povero che ti ha scritto l’anno scorso. Vorrei chiederti lo stesso regalo dell’anno scorso, mille euro. Ti ringrazio per aver esaudito il mio desiderio lo scorso anno, ma quest’anno mandami un assegno non trasferibile, perchè l’altra volta quei ladri delle poste m’hanno fregato cinquecento euro!”

A Natale siamo tutti più buoni. Se uno ti ruba il posto auto, non rigargli la fiancata… scrivigli Buone Feste!

A Natale Totti dice a Ilary: “Amo va da babbo natale e gli dici che voglio un pallone novo”. Ilary lo guarda e ci fa: “Perché ce devo annà io?” e Totti: “Perché mi hanno detto di mannarci na letterina!”

Babbo Natale è costretto a sospendere il servizio. E’ stato improvvisamente colto da una colica rennale!

Caro Babbo Natale, i miei desideri per il prossimo anno sono: un GROSSO conto in banca e una corporatura ESILE.
Ti prego tanto di non confondere i miei due desideri come hai fatto l’anno scorso…

Che cosa fa Babbo Natale in un campo di calcio? Dona … doni!!

Colmo per Babbo Natale: essere arrestato perchè preso con le mani nel sacco.

Colmo per Babbo Natale: tirare un sacco di pacchi a tutti.

Colmo per Babbo Natale: dopo il superlavoro di Natale andare a fare le vacanze all’isola di Pasqua.

Cosa ci fa Babbo Natale sulla testa di Bisio (quello dello Zelig)? Slitta!

Cosa dice un cane davanti ad un albero di Natale? Finalmente hanno messo la luce in bagno!

Due bimbi parlano: “Io per Natale mi faccio regalare un trenino elettrico e tu ?”. L’altro: “Io una scatola di Tampax”. “E che è?”. “Non lo so, ma so che si puo’ giocare a tennis, saltare, nuotare, sciare e fare tante altre cose”.



E’ Natale, un bambino torinese riceve in regalo un bell’orologio ed un bambino siciliano, abitante anch’egli a Torino, riceve invece in regalo una piccola doppietta con le canne mozze. Trascorse le vacanze natalizie i due bambini si ritrovano a scuola e naturalmente parlano dei regali ricevuti. Ognuno si innamora del regalo dell’altro e decidono così di scambiarseli. Il bambino siciliano torna a casa dal padre tutto contento e gli fa:
– Guarda papà: ho scambiato la mia lupara per questo bell’orologio tutto d’oro!
Il padre si rigira e gli ammolla uno schiaffone che gli fa vedere le stelle. Il bambino piangente:
– Ma papà… che ho fatto? Non vedi che è un bell’orologio?
– Si ma quando uno ti dice connuto tu cosa gli rispondi che sugnu le quattru e un quartu?

Ho messo la calza e la befana non mi ha portato niente. Forse era meglio metterne una pulita.

Il prezzo dei regali a Natale è inaudito. Ricordo un Natale di tanti anni fa, quando mio figlio era piccolo. Gli ho comprato un carro armato giocattolo. Costava piu’ di cento dollari, una bella cifra per l’epoca. Lui ignoro’ il carro armato, e gioco’ con la scatola della confezione. L’anno dopo imparai la lezione: lui si becco’ una scatola di cartone, ed io una bottiglia di whisky da cento dollari. (Johnny Carson)

In un grande magazzino il 24 dicembre una bambina si avvicina a Babbo Natale che la invita a montare sulle sue ginocchia e le domanda: “Buongiorno, mia piccola. Allora dimmi, che cosa vorresti da Babbo Natale?”. La piccola allora lo fissa con due grossi occhioni pieni di disperazione, grosse lacrime cominciano a scendere sulle sue guance: “Vuol dire che non hai ricevuto la mia e-mail?”

Lo sai che medicina usa Babbo Natale se una renna della slitta cade e rimane a gambe all’aria? Il Voltaren!

Natale in una famiglia povera. Il padre la notte di esce di casa, spara un colpo di pistola e poi, fingendo rammarico, rientra dicendo: Babbo Natale si è suicidato!

Perché il cammello dei Re Magi è così veloce? Perché viaggia a tutta mirra!

Perchè la Befana ama vedere i quiz in tv? Perchè fanno domande incalzanti!

Perchè le renne vivono al Polo Nord? Perchè lì c’è il ghiaccio pe-renne.

Pinocchio parla con Babbo Natale:
– Pinocchio, ti piace l’animaletto che ti ho portato?
– Ma… Babbo Natale, ti avevo chiesto un cane!
– Cani non ce n’erano più!
– Potevi portarmi un gatto!
– Anche i gatti erano finiti.
– Va bene, ma il castoro proprio non lo voglio!

Qual’è il colmo per la Befana? Non saper giocare a scopa!

Qual’è la cosa peggiore che può accadere ad un pupazzo di neve? Senza dubbio avere a che fare con un coniglio dispettoso e affamato, che non vuole altro che il suo naso di carota!

Qual’è la macchina preferita da Babbo Natale? Ovviamente la RENoult!

Quali sono i venti freddi che soffiano a Natale? I venti sotto zero.

Sotto l’albero di Natale, cosa fanno di nascosto la regina di Inghilterra ed il re di Spagna? I regali!

Tutto è relativo: ad esempio, il Natale senza tacchino è una cosa triste, ma non per il tacchino. (Peter Willforth)

Un bambino chiede a Babbo Natale: “Perché dopo tanti anni passi ancora per il camino?” e Babbo Natale: “Ci fosse qualcuno che mi lasci la chiave sotto lo zerbino!”

Un re magio triste diventa …. un re mogio?

Un ottimista è una persona che inizia una dieta nel giorno di Natale.

Una signora porta la figlia di 15 anni dal medico. La ragazza si presenta con vomito, giramenti di testa e mancanza di appetito.
Il medico la esamina e conclude:
“Cara signora, sua figlia è gravida di 3 mesi.”
“Mia figlia, dottore?!” – si spaventa la madre – “Lei non è mai stata sola con un uomo, non è vero Susanna?”
“Si” – risponde la figlia – “Io non sono mai stata a letto con un uomo, non ne ho neanche mai baciato nessuno!”
Il medico pazientemente prende dal cassetto un binocolo, si avvicina alla finestra e in silenzio inizia a scrutare l’infinito. Dopo alcuni minuti la mamma di Susanna, ammirata, chiede al medico:
“Dottore, mi scusi, ma che sta facendo?”
Al che il medico risponde:
“Cara signora, l’ultima volta che questo è successo nacque una stella a Oriente e arrivarono tre re magi. Questa volta non mi voglio perdere lo spettacolo!”